2019 Musica di speranza

Musica di speranza per la nostra montagna.

 

Duo Maeran - Battiston

CARTOLINE DAL MONDO

Liana Maeran, soprano

Ivano Battiston, fisarmonica

Francis Poulenc (1899 – 1963)

Les chemins de l’amour

Federico García Lorca (1898 – 1936)

Nana de Sevilla , da Colección De Canciones Populares Españolas

Giuseppe Verdi (1813 – 1901)

Stornello

Ernesto Lecuona (1895 – 1963)

Siboney

Mátyás György Seiber (1905 – 1960)

Réveillez-vous , da 4 French Folk Songs

Astor Piazzolla (1921 – 1992)

Ave Maria

LIANA MAERAN si è diplomata in canto con il massimo dei voti nel 1995 al Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Nel 2008 ha conseguito il Diploma Accademico in Didattica della Musica presso il Conservatorio “Pedrollo” di Vicenza. Si è perfezionata con Nina Dorliak, Cristina Miatello, Dalton Baldwin, François Ogéas, Marina D’Ambroso, Sergio Balestracci, Maria Luisa Cioni e Sherman Lowe. Finalista nel 1996 del VIV Concorso Nazionale di musica vocale da camera “Città di Conegliano”, ha effettuato un’intensa attività concertistica in Italia e all'estero. Ha eseguito canti etnici bosniaci e armeni nel récital teatrale di Daniela Nicosia "Nel nulla del deserto, all’ombra del filo spinato", vincitore del premio nazionale “E.I.P. Paola De Martino” 1998-99. Ha registrato la Passione di Gesù di Antonio Caldara con l’Ensemble Europa Galante diretto da Fabio Biondi (Virgin Classic) e L’Oratorio di Natale op. 12 di Camille Saint-Saëns diretto da Fabrizio Da Ros. Nel 2006 ha registrato un CD monografico su musiche di Antonio Fiabane. Ha collaborato stabilmente con l’Athesis Chorus e Consort diretti da Filippo Maria Bressan e con il Coro della Radiotelevisione Svizzera. In tale ambito ha lavorato sotto la direzione di Franz Brüggen, Eliahu Inbal, Jeffrey Tate, Peter Maag, Carlo Maria Giulini nelle più prestigiose sedi concertistiche italiane ed europee.

IVANO BATTISTON è diplomato in fisarmonica, fagotto, musica corale e direzione di coro.

Dal 1978, dopo aver vinto il XXVIII Trophée Mondial de l’Accordéon, si dedica alla fisarmonica da concerto come solista e camerista. Mario Brunello lo ha voluto per incidere musiche di Sofia Gubaidulina, Luciano Berio per il concerto inaugurale della Sala Santa Cecilia al Parco della Musica di Roma e Avi Avital per il CD "Between Worlds" edito dalla Deutsche Grammophon.

Ha inciso anche per Warner Fonit, Sargasso Records, Promo Music, Profil - Hanssler, Velut Luna, Ema Records e suonato in tutta Europa, Russia, Nord e Sud America, spesso anche come solista con orchestra (I Solisti di Mosca, Orchestra della Radiotelevisione Slovena di Ljubljana, "Quad City Symphony Orchestra" U.S.A., Orchestra da Camera di Krasnojarsk, Russia, Orchestra Filarmonica e della RAI di Torino, Orchestra d’Archi Italiana, Orchestra della Toscana, "Pomeriggi Musicali" di Milano, Sinfonica di San Remo, ecc.)

Docente di fisarmonica, dal 1992, presso il Conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze, è anche autore di circa 100 composizioni.

website: www.ivanobattiston.com

 

Coro Agordo

 

 Sito ufficiale del Coro Agordo

 

 

 

Nicola Bettiol Trio

Nicola Bettiol
Nato a Montebelluna(TV) nel 1984, all’età di 12 anni inizia lo studio della fisarmonica cromatica. Presto si avvicina alla musica oberkrainer, genere popolare sloveno perfezionato dal Prof. Zoran Lupinc. E’ proprio sotto la guida del M° Zoran, attuale insegnante presso i conservatori della Rep. Slovena, che Nicola inizia lo studio della fisarmonica diatonica, strumento dal timbro e dalla tecnica molto particolare. Già dal 1998 partecipa a numerose competizioni. Nel 2000 si conferma 1° assoluto a Jamiano (GO), 1° assoluto al Grand Prix di Auronzo (BL) e si piazza 1° nella categoria Q al Campionato Mondiale a Rozzo d’Istria. Nel 2002 viene scelto per rappresentare l’Italia alla finale della Zlata Harmonika (SLO). Oggi Nicola mantiene la passione per la fisarmonica diatonica e cromatica dove dal 2015 sta curando un nuovo progetto oberkrainer con il quintetto “Koa”.
Nicola Bettiol Trio
Già membri attivi del gruppo oberkrainer bellunese “Koa Quintett”, Nicola, Emil e Michele sono tre amici accumunati dalla passione per la musica folk. Nella versione “trio”, ripropongono la musica popolare di ispirazione slovena dando spazio solista al particolare timbro della fisarmonica diatonica, accompagnati dal ritmo della chitarra folk (Emil Mortagna) e dal basso potente del flicorno baritono, tradizionalmente detto bombardino (Michele Bortoluzzi). La musica alpina alla quale il gruppo si ispira, è quella nata dai fratelli sloveni Slavko e Vilko Avsenik, e successivamente perfezionata e divulgata per diatonica da artisti come Lojze Slak, Franc Mihelič ed il M° Zoran Lupinc.